Un mini-balcone da vivere

giovedì 29 giugno 2017

Che tu viva in città o in campagna, è molto probabile che tu abbia un piccolo balcone rettangolare.
Ti sembra troppo piccolo per essere uno spazio vivibile, e l'unico elemento d'arredo che lo contraddistingue è lo stendino.
Uno spazio piccolo, ha i suoi vantaggi. Può diventare un luogo intimo ed accogliente. Il luogo perfetto per sorseggiare un drink, leggere un libro o per la classica chiacchierata notturna, che viene voglia di fare dopo una cena in compagnia.

A seconda delle tue esigenze e delle effettive dimensioni del tuo balcone rettangolare, ho stilato tre soluzioni d'arredo.

Soluzione 1 
Dai importanza ad un solo arredo

Questa soluzione è perfetta per te se:
-hai un piccolissimo balcone quadrato 
-hai un piccolo balcone semicircolare
-hai un balcone con misure molto contenute
-hai un balcone piccolo con una bella vista

Il punto di partenza è una seduta. Scegline una che abbia carattere, che si faccia guardare, con un bel design. Sarà il cuore del tuo balcone, quindi l'elemento principale che lo caratterizzerà.
Posiziona la tua seduta in modo che guardi verso un fulcro. Se ti affacci sul mare, sui tetti di un centro storico, su un panorama mozzafiato, volta la seduta in modo da poterlo ammirare comodamente.
Disponi decorazioni, tappeti da esterno e vasi, secondo la traiettoria che il tuo sguardo percorre per arrivare al fulcro. 
A questo punto, il tuo angolo relax, perfetto per la lettura o per ascoltare musica osservando il paesaggio, è pronto!

Soluzione 2
Gioca con le simmetrie

Questa soluzione è perfetta per te se:
- lo spazio tra balaustra e parete è molto stretto
- hai un balcone più lungo che largo 
- vivi in coppia e vuoi creare spazi uguali per l'uno e per l'altro 
Prendi un riferimento. Può essere il centro del balcone, l'apertura della finestra, o la parte centrale di una porzione di spazio in cui vuoi sviluppare il tuo salottino.
Disponi pouf e tavolini da caffè come se nella linea centrale di riferimento ci fosse uno specchio.
Inserisci complementi che evidenzino la simmetria e fai di essa il punto di forza del tuo spazio outdoor.

TIP: Puoi realizzare i pouf con un progetto fai da te: sovrapponi un futon ad un bancale o un piano di legno tagliato su misura, oppure crea da solo un futon, rivestendo dei fogli di spugna con del tessuto.

Soluzione 3;
Disponi gli arredi a triangolo

Questa soluzione è perfetta per te se:
- hai un balcone quadrato di dimensioni contenute
-  hai un lato del balcone più largo del suo lato frontale (puoi sistemare un pouf su misura sul lato più stretto)
- hai necessità di spostare spesso alcuni arredi con facilità (magari per far posto ad un barbecue)

La disposizione a triangolo è dinamica e ariosa. Consiste nel sistemare da un lato una sola seduta e dall'altro un paio. Ogni arredo, quindi, corrisponde ad un vertice del triangolo.
Puoi utilizzare due sedie da esterno anziché due poltroncine, se non hai spazio a sufficienza (purché si sposino bene con la seduta singola).

Ricorda che il balcone, anche se è outdoor, per essere un luogo accogliente ha bisogno di elementi di home decor. Quindi sì a festoni luminosi, tappeti, cuscini e piante e fiori in quantità.
In cerca di ispirazione? Dai un'occhiata alla mia bacheca Pinterest dedicata!

DIY tendina copri-camino (senza cuciture)

martedì 27 giugno 2017

Il mio camino, d'estate, diventa una sorta di ripostiglio. Ci metto le scorte delle bottiglie dell'acqua e i carboni per gli arrosti.
Molto comodo, ma altrettanto brutto da vedere.
Il camino si trova nella cucina, la quale è arredata con pezzi vintage e moderni. Allora ho pensato di creare una tenda per coprire e, allo stesso tempo, vestire l'apertura del camino.
Ho scelto la stessa stoffa rigata che avevo utilizzato per un cuscino da divano. Un cotone leggero in tonalità neutre.

Se ti piace l'idea, sappi che realizzare la tendina è superfacile e soprattutto, non è necessario saper cucire.
Io, infatti, non ho una macchina da cucire, e anche se ne disponessi, probabilmente non saprei usarla.
Per rifinire il tessuto, al posto di ago e filo ho utilizzato (e qui le sarte in ascolto sobbalzeranno!) la colla a caldo!
Se non hai la pistola della colla a caldo, puoi acquistare una colla per tessuti.

Quello che ti occorre per questo DIY è:
- un tessuto a tuo piacimento
- forbici da stoffa
- colla a caldo o colla per tessuti
- un'asta regolabile per tende che raggiunga la larghezza del tuo camino
- 10-15 minuti di tempo libero (puoi approfittarne, mentre aspetti che la pasta cuocia!)
- spilli

Passo dopo passo, ecco come ho realizzato la mia tendina:

1. Ho tagliato un rettangolo delle stesse dimensioni dell'apertura del camino. Se tu preferisci che la tenda abbia un effetto ondulato puoi tagliare il tessuto tenendo la lunghezza maggiore di quella del camino. 
2. Ho creato una piega (verso l'interno) di 2 cm su ciascuno dei due lati paralleli e l'ho messa in evidenza con il ferro da stiro. Puoi tenere la piega ferma, in modo che resti dritta con degli spilli, che toglierai dopo passato il ferro da stiro sulla piega.
3. Ho steso la colla a caldo sulle alette, ripiegandole poi, nello stesso modo del punto 2.
4. Ho creato una piega verso l'interno, di 2 cm, sulla base del rettangolo e l'ho evidenziata con il ferro da stiro.
5. Ho incollato l'aletta così formata e l'ho piegata verso l'interno per fissarla al resto del tessuto.
6. Sulla parte superiore del rettangolo, ho realizzato un'asola a tutta lunghezza. Ho piegato il bordo verso l'interno 'per circa 3 cm e ho incollato solo il bordo al resto del tessuto.  Nella figura, ho chiamato A il bordo del rettangolo di stoffa e B, la linea immaginaria, 3 cm più in basso rispetto ad A, che deve andare a coincidere con A per formare l'asola.


Infine, ho inserito il bastone nell'asola e l'ho fissato alle pareti del camino. In commercio esistono diversi tipi di bastoni regolabili. Alcuni (come il mio) comportano la necessità di bucare il muro per inserire dei ganci a cui fissare le estremità, altri si incastrano soltanto tra una parete e l'altra.

Il risultato mi piace perchè conferisce un senso di ordine ed uniformità all'ambiente.



  




Se non hai un camino, puoi utilizzare questo tutorial per creare una tenda che sostituisca delle ante oppure una porta, o, magari, puoi realizzare la tenda per la tua finestra (d'altronde è quello il loro utilizzo più diffuso! ;-) ).

Ora dimmi, che ne pensi della new entry della casetta?

Illustrazioni, foto e tutorial di Federica Del Borrello, Chiccacasa


 




Back to "terrazzo" motif

giovedì 22 giugno 2017

Si apra il sipario!  Protagonista dell'ultimo home trend è terrazzo!

Lo riconosci? è il motivo che caratterizza ancora oggi pavimenti di chiese, edifici antichi e case dei nonni. A proposito, anche la Casetta aveva questo pavimento! Durante la ristrutturazione abbiamo deciso di cambiarlo (pentendoci di questa scelta subito dopo), ma ne ho conservato un pezzo, che incornicerò ed esporrò come ricordo.

Questo materiale è nato nel neolitico, per poi raggiungere il boom della sua espansione nel 1400. 
Furono i veneziani ad introdurlo per primi in Italia. Il terrazzo veniva realizzato con scaglie di marmo, vetro, granito ed altri materiali avanzati da precedenti lavorazioni, tenuti insieme da un collante diverso a seconda dell'epoca di realizzazione. Era, insomma, un materiale a basso costo con cui venivano realizzate pavimentazioni e pareti.

Oggi è tornato in voga a tal punto che il motivo che lo caratterizza è utilizzato per rivestire oggetti di design. Eccone una selezione.

 - Terrazzo boards by RESTORED. Si tratta di tavole di terrazzo, made in Italy, perfette da usare come sottopentola, base d'appoggio, vassoio o, perchè no, come sfondo delle tue foto Instagram! 



- Pendant lamp by BENTU. Lampade a sospensione realizzate con scaglie tenute insieme da cemento, da un brand cinese. Hanno una texture grezza e sono disponibili in quattro colorazioni una più interessante dell'altra.



- Notebook by Woouf. Una deliziosa agenda tutta da riempire, ricoperta da una pioggia di scaglie. Oltre all'utilità è un vero e proprio oggetto d'arredo per la scrivania. Woouf realizza delle agende davvero fantastiche! Dai un'occhiata qui.

- Marmoreal by Dzek. Un top composto da quattro differenti tipi di marmo italiano, disponibile sia a sfondo bianco che a sfondo nero. Una vera chicca in grado di dare carattere ad una cucina. Dzek è un brand interamente dedicato ai rivestimenti in terrazzo. Puoi prendere ispirazione qui.


- Kilian, terrazzo shower curtain by Urban Outfitters. Una tenda doccia acquistabile solo online. Allegra e frizzante, ma allo stesso tempo molto glam. Realizzata in cotone, può essere lavata in lavatrice!


- Terrazzo wallpaper by Ferm Living. Una carta da parati davvero meravigliosa. L'ho amata dal primo giorno in cui l'ho vista. Disponibile in diverse tinte, si adatta perfettamente ad ogni stanza, persino alla cameretta dei bambini.


- Knot bean bag by Ferm Living. Cito ancora Ferm, uno dei miei brand preferiti, perchè dovevo mostrarti a tutti i costi questo pouf. Interamente in cotone, è perfetto per un disimpegno, un salotto oppure l'area giochi.


Io vado matta per questo home trend, nostalgico e frizzante. E tu cosa ne pensi?

DIY hanging planter (per Kotiblogit!)

domenica 18 giugno 2017

L'estate è alle porte, e per inaugurarla ho pesato ad un DIY facile e fresco. 

Questo progetto fai da te è nato per la rivista finlandese Kotiblogit! Che emozione vedere il mio faccione su quelle pagine!






Come si fa?

Ecco cosa ti serve per realizzare il plant hanger:
- un foglio di sughero
- delle sfere di legno (ne trovi in tutte le dimensioni su Opitec)
- un bicchierino di vetro
- forbici
- pennarello
- colla a caldo
- ago da lana
- spago






Ho tagliato due cerchi di sughero di una taglia in più rispetto al bicchiere (una taglia = +5cm). Ho diviso in quattro parti uguali il cerchio (1), ed ho praticato quattro fori a (come in foto 3-4), ciascuno a 2,5cm di distanza dal bordo.
Ho tagliato due pezzi di spago di 60 cm ciascuno (puoi scegliere tu la lunghezza). Ho infilato le estremità di ognuno in due fori paralleli, a formare una X (4-5). Per questa operazione mi sono aiutata con un ago da lana. 
È importante assicurarsi che le estremità siano pari e che, sollevando il cerchio, questo resti in piano.
Ho sovrapposto il secondo cerchio e l'ho fissato con la colla a caldo (5).

La base è pronta!

Su ognuno dei quattro pezzi di spago che avanzano dalla base, ho infilato 8 palline di legno (6), chiudendo con un doppio nodo. Ho tagliato un altro pezzo di spago, un po' più lungo della circonferenza del cerchio. Ho annodato la prima porzione di spago tra la quarta e la quinta sfera di un braccio, ho infilato quattro sfere (7) ed ho effettuato un altro nodo alla stessa altezza, sul braccio successivo. Ho ripetuto questa operazione fino a tornare al punto di partenza ed ho tagliato l'eccesso di spago.



Ho decorato le porzioni di spago vuote dei braccetti, inserendo altre sfere e fissandole con dei nodi.




Ho chiuso i quattro fili con un doppio cappio.



A questo punto ho inserito il bicchiere, che ho riempito con terra e piantina.




Il plant hanger è pronto!




Facilissimo ed originale. Ho impiegato solo mezz'ora per realizzarlo. I plant hangers permettono di utilizzare lo spazio verticale, creando un effetto bohemien!

Tip: Puoi accostarlo ad altri plant hanger per creare un mood jungle! Puoi trovarne anche nel mio shop online!

Se il DIY ti è piaciuto, consiglialo ad un'amica a cui piace decorare la sua casa! Magari potete realizzzarlo insieme in giardino o in balcone, così da portarvi avanti con l'abbronzatura!




Green good vibes: restyling dell'ingresso con Wilson & Morris

giovedì 15 giugno 2017

C'è un posto bellissimo nel mio mondo immaginario. È un posto dal profumo fruttato, pieno di fiori rosa, in uno sfondo tenue, verde eucalipto. Ci sono cactus e nuvole soffici e c'è tanta luce.

Il verde è il mio colore del cuore. L'unico con cui posso vivere, senza mai stancarmi.

È il colore delle piante, di cui sto imparando a prendermi cura. Le stesse in grado di aggiungere movimento e brio a qualunque ambiente.
Il verde è una tinta magica e viva, piena di energia positiva.

Il verde ha bussato alla mia porta nelle vesti di una scatola firmata Wilson & Morris.
All'interno, una latta azzurro polvere che dice "Emozionati con il colore". Curiosa, la apro con l'entusiasmo di una bambina davanti ad un barattolo di caramelle.




Cinque carinissime mini-latte, in altrettante sfumature di verde, ad aspettarmi.
Senza esitare le ho aperte tutte ed ho lasciato fantasia e colore viaggiare liberamente.



Quelle tinte così belle da meritare di stare in prima fila nel coro dei colori, sono ora nella Casetta, sulla prima porzione di parete che si vede aprendo la porta d'ingresso.

Ma cosa è successo nel frattempo?
Ho pensato che avrei voluto vedere quelle tinte ogni giorno, quindi ho deciso di che dovevano stare all'ingresso, vicino al divano.


Ho scelto di realizzare dei disegni geometrici, nitidi in nuances differenti.
Ho fatto uno schizzo del mio progetto immaginario e poi ho disegnato sulla parete con lo scotch di carta. Per il cerchio, ho ricalcato la sagoma del mio tavolino da caffè sulla parete e, poi, ne ho ricavato uno stencil di carta da forno, con il quale mi sono aiutata per dipingere i bordi con precisione.
Le figure geometriche sembrano sovrapposte. In realtà ho pitturato prima quelle visivamente esterne e poi le parti in vista di quelle che sembrano essere poste dietro le prime.

L'ingresso ora è più fresco, ricco di carattere e accogliente. Inoltre, sono finalmente riuscita a mascherare il quadro elettrico che proprio non mandavo giù.

Le emozioni legate al verde sono la tenacia e l'equilibrio. Le cinque sfumature sulla parete, mi ricorderanno ogni giorno di lasciare che facciano parte del mio lifestyle.









Ti piacciono queste nuances di verde? Sono Le Pitture di Wilson & Morris. Sono facili da stendere e disponibili in più di 100 tonalità!



Ecco i codici di quelle che ho usato per trasformare il mio ingresso.
P.s. Mi sono lasciata prendere la mano e le ho utilizzate anche sui vasetti! Un perfetto DIY per conferire un mood estivo alle piantine!

#emozionaticonilcolore #pitturedecorative #wilsonmorris

Arredare con Ikea in un viaggio solo + finanziamento

martedì 13 giugno 2017

La Casetta è in crescita. Presto si riempirà di oggetti ed arredi che la renderanno abitabile in ogni sua stanza.
Ikea sarà una delle principali fornitrici di tutto ciò di cui abbiamo bisogno.
Ma come si fa per arredare tutta la casa (o quasi) senza fare mille volte il percorso casa-IKEA?

Ecco una mini-guida per arredare con IKEA recandosi solo una volta in store e finanziando i tuoi acquisti.

ATTENZIONE: questa guida NON è pensata per:
- chi possiede un super mega gigantesco furgone 
- chi abita a 30 m da IKEA (sono fortune!)

FASE 1 (A CASA)



1. Prendi le misure.

Devi essere sicuro che i mobili che sceglierai si adatteranno perfettamente alle tue stanze. Cosa succederebbe se per sbaglio acquistassi un armadio più grande della tua parete? Dovresti investire in un falegname oppure tornare al negozio, ma questo non è di certo uno dei tuoi più grandi desideri.

Misura scrupolosamente le tue pareti: ripeti la misurazione due volte e, prima di appuntare o comunicare le misure soffermati per un attimo a guardare attentamente il tuo metro. 
Hai letto bene?


2. Valuta gli spazi pieno-vuoto

Prepara una piantina delle tue stanze, tenendo presente ogni dettaglio. Puoi seguire come cambia il percorso del battiscopa per aiutarti.

Scegli tra:
- disegnare a mano la piantina. Non deve essere necessariamente in scala, tuttavia le misure devono essere riportate correttamente. Ricorda anche di appuntare la posizione (misure + distanza da terra + distanza dall'incrocio delle pareti) dei caloriferi, degli agganci del gas, dei condizionatori, delle prese e di tutto ciò che vedi e che dai per scontato.
IKEA fornisce online le misure precise di ogni articolo. Visualizza la posizione dei mobili nella tua stanza e sul pavimento, traccia con del nastro adesivo il contorno che occuperebbero. Così puoi valutare se sono adatti al tuo spazio.

- usare un'app e riportare le misure su di essa ottenendo un modello 3d. Puoi usare il planner IKEA o Sweet Home 3d (io mi ci trovo benissimo!). Devi comunque prendere tutti gli accorgimenti del punto precedente, e fare attenzione a realizzare un modello perfettamente corrispondente alla tua stanza.
Misura i mobili nel planning per renderti conto dell'effetto finale e dello spazio che occupano realmente). 

3. Crea una wishlist

Iscriviti al programma IKEA FAMILY o IKEA BUSINESS (se devi fare acquisti per la tua attività). In questo modo riceverai una tessera IKEA ed inoltre potrai accedere online alla tua area personale creando una wishlist. La wishlist o lista dei desideri, ti fornirà un preventivo del tuo arredamento.
Ricordati che ad esso vanno aggiunte le spese di trasporto (basta inserire il tuo cap nell'apposito spazio per calcolarle direttamente dalla lista dei desideri) e 25€ di servizio di preparazione.
Prenditi tutto il tempo che ti serve. La scelta dell'arredo e degli accessori non è semplice. Forse questo post potrà aiutarti. Realizza la tua lista della spesa. Gira stanza per stanza con carta e penna ed immagina di vivere nella casa che devi arredare. Cosa ti serve? 

Realizza la tua wishlist e stampala. 

4. Prepara le carte (un giorno prima di partire)

Ci sono alcuni pezzi che potrai trasportare in auto come sedie, sgabelli, lampade e decorazioni, scaffali bassi, tavolini e così via. Verifica online il volume dei pacchi che compongono ognuno di questi articoli e scegli quali portare in auto. 

Controlla la loro posizione negli scaffali del tuo negozio IKEA e annota tutto accuratamente, nel modo più chiaro possibile (fai questa operazione il giorno prima del tuo viaggio, in modo da verificare la disponibilità dei prodotti in negozio). 
Metti subito in borsa il foglio con i dati che hai annotato! Se lo dimentichi sarai perduto!

Prepara tutti i documenti per ottenere un finanziamento. Li trovi qui.
Metti subito in borsa anche quelli, non si sa mai!

Porta con te anche la tessera IKEA! 

FASE 2 (AD IKEA)


1. Prenota i tuoi prodotti

Comunica al personale gli articoli da finanziare.
Gira nello show room e rivolgiti al personale di ogni reparto per comunicare loro l'elenco degli articoli che vuoi pagare con un finanziamento.
In breve: ti serve un divano? Vai nell'apposito reparto. Il personale segnerà l'articolo che desideri e ti consegnerà un foglio contenente i tuoi dati e quelli del divano. Con quel foglio potrai recarti nel reparto successivo, in cui ti daranno un altro foglio con la tua lista di articoli aggiornata, e così via.

Puoi approfittarne per dare un'occhiata ai prodotti della tua wishlist dal vivo. Annota sul foglio su cui hai scritto i dati dei tuoi articoli gli oggetti fuori lista che vuoi portare a casa. 

2. Scegli la rata ed organizza la spedizione

Controlla la lista degli articoli da finanziare. Se c'è tutto, recati nel box dedicato alle rateizzazioni.
Scegli la tua rata (ci sono davvero tante opzioni!) e comunica  all'addetto i dati per la spedizione: quali oggetti è necessario ti vengano spediti e quali no e dove vuoi riceverli. 

3. Porta via i pacchi piccoli 

Scendi in magazzino e foglio (quello che avevi preparato a casa) alla mano, carica sugli appositi carrelli i pacchi da portare a casa.

Fine dei giochi! Ora devi lasciare IKEA! 
Torna a casa ed inizia a respirare aria di novità! Il corriere sarà da te prima di quanto immagini!

Metro tiles in versione "squared"

domenica 4 giugno 2017

Restiamo nel tema della scelta del mood per una stanza  (te ne ho parlato ad aprile e maggio).

A proposito di materiali, c'è un home trend che si sta diffondendo a macchia d'olio. 
Si tratta delle mattonelle bianche quadrate. Eravamo abituati a vedere le classiche "metro tiles", ovvero le mattonelle in stile metropolitano, nelle affascinanti cucine in stile nordico o vintage. La differenza sostanziale sta nella forma. Le classiche mattonelle metrò sono rettangolari, ma l'effetto finale è comunque supercool!

La ceramica bianca smaltata usata come rivestimento, era in voga nella prima metà del 1900, sia in Italia che all'estero. 
Gli indiscutibili vantaggi di queste piastrelle sono fondamentalmente questi:
- sono facili da pulire
- essendo chiare e lucide donano luminosità e profondità all'ambiente
- sono semplici, pertanto anche se un giorno cambierai i tuoi arredi, è molto probabile che non sarà necessario cambiare anche le piastrelle (perchè saranno in armonia con i nuovi mobili)

Puoi trovare delle piastrelle così anche da Leroy Merlin!


Se ami lo stile vintage-nordic, puoi far posare questo tipo di rivestimento abbinato a delle fughe nere. Un trucchetto perfetto per mantenere il colore degli interstizi invariato nel tempo, che puoi utilizzare per ottenere un mood retrò.
I contorni neri evidenziano la forma delle mattonelle e creano un disegno geometrico black and white fresco ed attuale.
Tip: In un ambiente con mobili antichi che, talvolta, possono risultare un po "pesanti" per forma, dimensioni o colore, questo tipo di posa è l'ideale. Resta coerente con il mood d'altri tempi, e alleggerisce con il gioco bianco e nero + geometrie.










La forma minimal, permette di dare spazio alla fantasia nella posa.
Puoi montarle con delle fughe colorate, in diagonale o a mezza altezza.
Tip: No, le mattonelle non sono fatte solo per stare in bagno o in cucina. Puoi utilizzarle per delimitare un ambiente, all'aperto o indoor.







Che ne pensi di questo rivestimento? Lo sceglieresti per la tua casa?


INSTAGRAM

EMAIL SUBSCRIPTIONS

© ChiccaCasa • Theme by Maira G.