domenica 18 dicembre 2016

Primitive raw wrap con schema fogliolina

Dopo aver passato un dicembre di inteso lavoro (quasi h24), oggi mi sono concessa un diy semplice semplice in tema natalizio. Si tratta di una ghirlanda minimal, composta solo da qualche semplice fogliolina.
L'ho chiamata "primitive raw wrap", che in altre parole, significa ghirlanda grezza primitiva. Proprio così, il mio intento stamattina era di realizzare una ghirlanda brutta e trascurata, senza fronzoli né decorazioni, solo quel che basta per rendere un ramo un cerchio ed un filo di lana una foglia.

Ciò che ci serve è:



- un ramo (malleabile)
- spago
- lana acrilica verde
- uncinetto 
- forbici

Ho tagliato un ramo di vite del diametro di circa 1,5 cm. Ne ho scelto uno ancora un po' elastico e non completamente essiccato. I miei vicini si sono allarmati, pensavano mi fossi decisa a sistemare il giardino, ma ovviamente non è così..
Ho curvato delicatamente il ramo, creando delle microlesioni che mi hanno permesso di dargli la forma di una goccia. 



Attenzione a questo passaggio. Procedete con molta cautela e lentamente, affinché il ramo non si spezzi.  Se vi sembra che sia troppo rigido, immergetelo in acqua e lasciatelo riposare. Poi modellatelo senza tirarlo fuori dall'acqua e fissatelo con una molletta per il bucato. Lasciate riposare ancora qualche minuto e poi procedete con il diy fuori dall'acqua.
Ho tagliato un pezzo di spago lungo ed ho  fissato le due estremità effettuando un doppio nodo. Ho fatto girare il resto del filo intorno alle due estremità stringendo il più possibile ed ho chiuso con un altro doppio nodo.
A questo punto mi sono occupata delle foglie. Ho utilizzato della lana sintetica verde e un uncinetto 4,50cm.
Come si fa una fogliolina all'uncinetto? La realizziamo insieme.
Partiamo con sette catenelle. 



Dobbiamo effettuare due giri identici, il primo su un lato della catenella, il secondo sul lato opposto della stessa.
Ecco come "riempire" le nostre sette catenelle.


Primo punto: una maglia bassa
Secondo punto: una maglia bassa
Terzo punto: una mezza maglia alta
Quarto punto: una maglia alta
Quinto punto: una mezza maglia alta
Sesto punto: una maglia bassa
Settimo punto: una maglia bassa
Concludiamo con un punto catenella e procediamo allo stesso modo dall'altro lato della catenella iniziale.
Chiudiamo il lavoro.
Io ho realizzato sette foglioline, ma voi potete farne di più o di meno a seconda del vostro gusto e della dimensione del vostro cerchio.


Ho tagliato sette pezzi di spago, li ho piegati a doppio ed ho fatto passare la parte curva all'interno dell'estremità di ogni fogliolina aiutandomi con un uncinetto.
Ho fatto passare le estremità del filo nella parte curva ottenendo un cappio.


Ho fissato la foglia al ramo grazie allo spago, prima con un cappietto, poi arrotolando intorno al ramo la parte di spago in eccesso chiudendo con più nodi. Ho fatto in modo che lo spago  ed i nodi si vedessero chiaramente, per attribuire un look rustico alla ghirlanda. 




Pertanto, se vi piace l'idea, non preoccupatevi di essere precisi nel fissare le foglie al ramo. Piuttosto, realizzate nodi grossolani e ben in vista.



Sistemate le foglioline come preferite e voilà! La primitive raw wrap è pronta!
Potete appenderla davanti ad una finestra, a parete, alla porta o dove più vi piace!

 





Pics, pattern and diy by Federica Del Borrello
(Chiccacasa)

domenica 4 dicembre 2016

Natale in pastel colors

Dicembre è già qui! Ma come è potuto succedere?
Psicologicamente sono pronta, pronta ad affrontare gli ordini natalizi, a passare giorni di buio chiusa in casa ad uncinettare dopo aver spennellato per concludere i restyling degli ultimi giorni. 
Materialmente no, non sono pronta. Non sono pronti nè albero di Natale (ancora in mutande) nè la casetta, che negli ultimi giorni ha visto solo qualche ramo di pino in giro qua e là.
Dicembre però è un mese incoraggiante. Il freddo che si ferma sul ciglio della porta, le lucine che portano in tutte le strade e le vetrine un'aria di festa e le riviste che si riempiono di magia natalizia. 
Dovrebbe durare più a lungo, per permetterci di arrivare preparati al grande giorno, ma soprattutto per vivere più assiduamente la convivialità delle feste.
Avete già scelto la palette degli addobbi? Tirerete fuori gli scatoloni degli anni precedenti oppure cambierete stile?
Io scelto un mood tenerissimo che voglio mostrarvi. Protagomiste, le mie amate tinte pastello, che sono sì inusuali per le decorazioni natalizie, ma detengono il primato inconfutabile da "colori fiabeschi".
E le fiabe si sa, vanno d'accordo con il Natale. Onorano alla perfezione l'atmosfera calma e serena delle ricorrenze di dicembre e rallegrano l'ambiente con quel tocco "confettoso".
Se vi piace l'idea dateci dentro con il fai-da-te: sbizzarritevi creando ghirlande di nappe, pom pom da appendere all'albero, pigne dipinte "a immersione" e chi più ne ha più ne metta: tutto in pastel colors.







Pics sources 



Post più popolari