Una casa pastello, all'insegna del riciclo, del vintage e del second hand (via Apartment Therapy)

La mia continua ricerca dell'arredamento perfetto mi ha portata ad imbattermi con una meravigliosa abitazione Londinese, che +Apartment Therapy ha scovato per noi home-addicted. Questa casa è la dimostrazione che riutilizzando oggetti e mobili vintage con creatività e buon gusto si possono ottenere davvero risultati sbalorditivi. Non serve avere dei mobili costosi ed ultramoderni per avere un effetto wow.  
Tutto ciò mi estusiama in modo estremo! Ma torniamo al dunque...
La proprietaria di questo appartamento è Gigi Eligolof, produttrice televisiva e creatrice del sito web +Gransnet
La casa costruita negli anni '20 si presentava inizialmente come una villetta a due piani, di due stanze per piano. Gigi e la sua famiglia hanno esteso la metratura, che attualmente misura 1000 metri quadri.
Gigi è cresciuta tra gli oggetti vintage poichè la madre possedeva una bancarella. Ama restaurare e concedere una seconda vita agli articoli retrò, piuttosto che comprarne dei nuovi (condivido completamente). La sua casa pertanto è lo specchio della sua personalità.


Gigi voleva dei colori che le ricordassero i gelati di Miami beach, infatti predominano le tinte pastello che danno all'ambiente un nonsochè di fiabesco.

Da sfondo alla cucina, il pavimento in vinile di Harvey Maria disegnato da Neisha Crosland. Un motivo retrò enfatizzato dal contrasto carbone-bianco, molto azzeccato. 
La cucina? L'ha trovata su Internet, acquistandola ad un prezzo stracciato. L'isola, invece è stata costruita su misura.


Le mensole provengono da +eBay, mentre la stampa molto molto scandinavian style è del negozio +Etsy Oh My Deer, uno dei pochi oggetti "di prima mano". Le piastrelle del paraschizzi sono un modello tipico degli anni 20. Stanno rivivendo un periodo di gloria, infatti sono state acquistate nuove in uno shop londinese. Tuttavia vogliono essere da omaggio all'epoca dell'abitazione.
Una delle zone che mi ha colpito di più è la sala da pranzo, integrata nell'open space del piano terra. 


Una vera chicca. Sedie di materiali, epoche e stili diversi, accostate ad un tavolo in legno dei primi anni del '900 in un accordo perfetto. Le sedute, recuperate dalla discarica (chi aveva potuto fare loro ciò?!!) sono state volutamente lasciate così, nature, con segni di usura e di vecchiaia bene in vista. Fa davvero venir voglia di sedersi a mangiare con la propria famiglia. La definirei un inno alla convivialità.


I colori illuminano il salotto, composto da due divani posti uno di fronte all'altro, separati da una cassettiera usata, ridipinta da Gigi. Il bianco della parete è spezzato dalle stampe, tra cui una rossa di Coca-Cola comprata su eBay, accostate simpaticissimo trofeo giraffa di +Anthropologie.  


Questa dispensa!! Quanto mi piace! Gigi ha unito un mobile basso con degli armadietti, uniformando il loro colore. Questa idea mi ha lasciata senza parole. Adoro anche il modo in cui il tappeto di Jennifer Manners ed i tocchi di giallo e acquamarina enfatizzino il suo candore.


La camera da letto ha i toni del rosa e del celeste su uno sfondo total white. Romantica e vecchio stile. Il quilt vintage sul letto proviene da Barnes Fair, un'associazione comunitaria a scopo benefico, il tappetto da un mercatino. Il pezzo della stanza che preferisco è il baule in legno, che contribuisce a dare calore.


Un mood che fa pensare alla favola di Cappuccetto Rosso quello scelto per la cameretta della figlia di Gigi. Uno scendiletto che sembra un prato, con tanto di funghetti. Abbinata, la lampada con nuvole su un comodino dalla finitura matt, come il letto, romantico e vintage.

La stanza del maschietto invece, è contraddistinta da un guardaroba vintage,ricolorato e decorato con adesivi "spaziali". I tocchi di colore sono in rosso, addolciti dal bianco e dalle linee sinuose del letto provenzale del negozio eBay Habitat.


Dulcis in fundo, un bagno da mangiare con gli occhi. I rivestimenti sono gli stessi della cucina. Le pareti ed i tessuti sono tutti dolcissimamente rosa!

Questa casa mi ha davvero colpito, il riciclo e l'upcycling fanno parte della mia vita ormai da un po'..Quindi complimenti a Gigi e grazie ad Apartment Therapy per averla condivisa con noi!


2 commenti

  1. Mi piace l'idea del riciclo creativo e dell'upcycling, adattato al contesto casa. Il riuso di sedie trovate per strada, e lasciate con i segni dell'usura in evidenza mi ricorda le sperimentazioni che facevamo a casa di una mia amica nella Palermo dei primi anni del 2000. Adesso queste tecniche di nuovo utilizzo di oggetti usati sono molto presenti in diverse città. Anche qui a Berlino, l'upcycling è una realtà ben radicata, e credo che la adotterò per il mio appartamento, per il quale ho trovato alcune idee anche qui http://www.lionshome.it/it-it/magazine/details/id:33/-originali-e-creative-soluzioni-di-arredo-per-monolocali-di-20-30-40-mq/.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Giuseppa e benvenuta su ChiccaCasa. Il termine "sperimentazioni" è davvero azzeccato, in quanto il fenomeno dell'upcycling era effettivamente molto meno diffuso nel 2000 rispetto ad ora. Io amo concedere una seconda vita ad oggetti che hanno già una storia. Sarei curiosa di dare un'occhiata al suo appartamento quando sarà terminato e sono sicura che arredarlo con il riciclo creativo sarà un'esperienza estremamente divertente e stimolante!
      P.s. Il post che ha citato è interessantissimo e ricco di spunti!

      Elimina

Che tu abbia trovato il post brillante o totalmente inutile, io sono felice di sapere che ne pensi! I tuoi commenti mi fanno crescere e mi ripagano dell'impegno ed il tempo impiegato a scrivere e a creare❤

INSTAGRAM

EMAIL SUBSCRIPTIONS

© ChiccaCasa • Theme by Maira G.