mercoledì 17 giugno 2015

Recupero tavolo dimenticato (la mia isola felice)

Come anticipato, vi mostro uno dei miei progetti andati a buon fine.
Un tavolino di inizio '900, in legno massello, con i piedini evidentemente fatti a mano, perchè diversi l'uno dall'altro ed un romantico cassetto sul lato più corto.
L'ho scovato in un angolino della casina/rimessa di cui vi parlavo. Era lì tutto solo, sporco e impolverato. Ma chi ha osato fargli ciò?? Allora ho provato a salvarlo.
                           

Passatemi la qualità della foto, scusate!
Ecco com'era quando ho iniziato a sporcarmi le manine. Per essere il mio primo, tra virgolette, "restauro", non è stato proprio facile facile.
Ho iniziato stendendo lo sverniciatore gel con un pennello, e rimuovendo gli strati di pittura con una spatolina.  Ben presto ho realizzato che aveva ben 3 strati di vernice!!!  Quello superficiale a vista era bianco (come sul cassetto), quello intermedio verde menta (non mi dispiaceva affatto!) e quello sotto color mogano molto scuro. Dopo questa fase durata ben 3 giorni...ho deciso di comprare una pistola termica...
Ho levigato il tutto prima con grana molto spessa e poi con quella media. 
E poi ho iniziato a stuccare qua e là. Eh sì perchè il piano era pieno di graffi, o meglio, solchi. Mio padre a tal proposito mi ha raccontato che il tavolino, 15 anni fa, veniva usato come prolunga, o (udite udite!) come tagliere per le salsicce fresche........!!!! Ma dico io con che coraggio! Potevano mettere una tovaglietta, un telo di plastica! Qualunque cosa!!! :-)
Vi dirò, guardandoli bene quei tagli avevano un certo fascino..Non mi dispiacevano del tutto.. Pertanto non li ho riparati tutti. Ne ho lasciti un po' a vista. Davano carattere e unicità al tavolo. Ho passato la carta vetrata a grana fine in ogni angolino e tutto è tornato liscio come un tempo! 




A questo punto non sapevo bene cosa fare. Ero combattuta tra il dipingere la parte inferiore (magari di quel verde menta, o un bel grigio opaco) e lasciare il piano "nature", o, in alternativa, lasciare tutto grezzo. Rimuginandoci per qualche giorno ho optato per la seconda ipotesi...
Sarebbe stato un peccato coprire quelle venature appena tornate alla luce!

Una, due mani di turapori sul piano, una o due di impregnante ciliegio e....voilà!


Ora vive felice nel mezzo della mia minicucina, in cui non volevo una zona pranzo (essendo nella stanza adiacente) ma necessitavo di un'estensione del piano di lavoro. Questo piccolo tesoro ha le dimensioni giuste per diventare un isola!


Una vera chicca!

Nessun commento:

Posta un commento

Che tu abbia trovato il post brillante o totalmente inutile, io sono felice di sapere che ne pensi! I tuoi commenti mi fanno crescere e mi ripagano dell'impegno ed il tempo impiegato a scrivere e a creare❤