Una casa di...cartone!

martedì 30 giugno 2015


Iuta? Legno? Plastica? Niente di tutto ciò, questo singolare portaoggetti è di cartone! Cartone riciclato e riutilizzato dal brand italiano Carton Factory per creare nuovi oggetti in modo ecologico e a basso impatto ambientale. La richiesta di arredi che salvaguardino l'ambiente, è sempre crescente, pertanto molte aziende hanno deciso di costruire, non solo articoli decorativi, ma anche veri e propri mobili con cartone di recupero.
Sempre della stessa ditta, questo sgabello, disponibile in rosso, bianco, oro e naturale. 



Creare oggetti di design con il cartone è possibile. 


Toni fiabeschi per l'orologio eco-friendly Father Clock del designer londinese Giles Miller, sempre alla ricerca di materiali innovativi, per +Skitsch.



Il cartone in camera da letto? Mai visto! Eppure il brand australiano Karton Group ci ha fatto un letto. A vederlo così sembra essere una fragile piuma, al contrario è robustissimo, a tal punto da poter sostenere ben 22 persone. Si monta in poche mosse senza colle o parti aggiuntive, solo cartone. Originale e pratico, può persino essere munito di diversi cassetti. Il suo nome è Paperpedic Bed.





La creatività non ha limiti. Guardate cosa si sono inventati quelli di +Kartoni Foosball Table, un calcio balilla che si assembla ad incastro, economico e personalizzabile.
Una trovata piuttosto geniale.

Ho condiviso con voi solo qualche assaggino di ciò che può essere realizzato con il riciclo. Nel mercato odierno ci sono tantissimi articoli che rendono originale una casa e fanno bene al nostro pianeta! 



Comodini tecnologici IKEA

Cercavo ispirazione per un comodino moderno, da collocare nella mia camera da letto. Ho dato un'occhiata al sito di IKEA. Ho trovato due tipi di comodini, che pur non adattandosi alla mia stanza, hanno qualcosa di straordinario.  Il dettaglio che fa la differenza è un caricabatterie integrato, compatibile con tutti gli smartphone wireless Qi. Per sapere se il vostro telefono è Qi basta visitare la pagina http://www.qinside.biz/en/support/qi-enabled-phones-2015 e selezionare il suo marchio.





NORDLI è un'ottima soluzione per i piccoli spazi, è largo solo 23cm e va fissato alla parete. Ha un design moderno in stile scandinavo. Il cassetto è capiente e dotato di scomparti per tenere in ordine tutti gli oggetti. All'interno ha una multipresa per collegare tutto ciò che volete senza avere i fili in giro.
 Basta appoggiare il telefono sul + per metterlo in carica.

SELJE è un'altro comodino sullo stesso stile di NORDLI. Lo contraddistingue un foro triangolare sul cassetto che facilita l'apertura, soprattutto se si è ancora assonnati al mattino! È un po' più ampio di NORDLI. Il sistema di carica è lo stesso. Inoltre,  dispone di una porta USB, quindi è possibile caricare due dispositivi contemporaneamente!

 In entrambi i casi si può sfruttare lo spazio sottostante.
Il caricabatteria si chiama MORIK ed è confezionato a parte.
Il vantaggio è tenere due o più smartphone in carica su un comodino senza avere  fili in disordine, bensì i cavetti nascosti all'interno del comodino.
Una vera chicca!

immagini via IKEA

Cestini diy

lunedì 29 giugno 2015

Oggi mi sono dedicata a due piccoli progettini. Non sono ancora esperta con l'uncinetto, quindi i miei lavori non sono molto precisi. Ma che importa!!
Avendoli fatti con le mie manine, per me valgono tantissimo, nonostante i difettucci!




Premetto che nel negozio, i colori sono un po' alterati per via delle luci, pertanto ero sicura di aver scelto dei gomitoli color cuoio e beige. Tornando a casa si sono rivelati "magicamente" arancione e lilla. Non amo l'arancione, quindi la maggior parte della fettuccia è stata usata da mia madre per farne un tappeto (grazie mamma!). Il resto l'ho usato io per fare questo cestino da appendere. Mi fa pensare ad un nido. L'ho agganciato alla parete del bagno. Lo userò per riporre pennelli per il make-up, matite e mascara.



Questo cestino è più grande del primo. Ottimo per tenere in ordine vecchie stoffe.



Il mio prossimo progetto: un cestone nero portariviste o portalegna, da collocare accanto al camino.




Photo and styling by Federica Del Borrello, ChiccaCasa

Verde Menta

domenica 28 giugno 2015

Verde Menta





Verde menta, un colore al profumo di freschezza ed allegria, dolcezza ed eleganza. Ho selezionato alcuni articoli in tinta che mi piacciono tanto. Potete conoscere i loro brand semplicemente cliccando su quello che preferite nella lista fotografica in basso.

Perfetto per l'home decor, questo colore è di grande effetto se accostato al legno grezzo, al bianco e a tutti gli altri colori pastello.

Che ne pensate di una vecchia teiera da da recuperare, donandole un tocco vintage e chic?


O riciclare un vecchio telefono? Mia nonna ne aveva uno così. Il colore era decisamente meno simpatico. Negli anni, lo stupore che provavo da bambina per la tastiera a cerchio e per il suono che produce girando è rimasto immutato. Non butterei mai un'oggetto simile.


E perchè non abbondare? Guardate questa meravigliosa cucina! Country e retrò allo stesso tempo, enfatizzata dalle pareti in mattoni e resa attuale da pomelli ed elettrodomenstici in acciaio.
I piatti cucinati in un'ambiente accogliente sono più appetitosi!








Tazze d'autore diy

sabato 27 giugno 2015

Non so a voi, ma a me soddisfa tantissimo personalizzare oggetti. Quando vedo qualcosa che mi piace, ma non posso permettermela, la prima cosa che penso è come potrei realizzarla da sola. Ovviamente se si tratta di progetti "fattibili".
Vi assicuro che una volta creato, il vostro oggetto vi piacerà molto di più dell'originale, perché sarà unico e prodotto dalle vostre manine.

Mi sono divertita con una tazza bianca, pagata 1€ al supermercato. Ho comprato un tubetto di +Marabu GmbH & Co. KG | Marabu Creative Colours Porcelaine, una pittura per la ceramica, la porcellana ed il vetro. Preferisco usare il pennarello, ma non trovandolo, ho acquistato il tubetto, che lascia i tratti più spessi, ad effetto pennellata. 

La mia tazza ora ha il faccione del mio cane Ciro, disegnato da me. Non è affatto perfetta, ma la adoro per questo.



Usare un pennarello è più sempice, inoltre lascia le linee più omogenee. Il tubetto impiega 30 min per l'asciugatura  e 3 giorni, prima che possiate lavare la tazza. Tuttavia, quest'ultimo, crea tratti con un nonsochè di artistico ed artigianale, e se vi capita di sbagliare, è sufficiente della carta assorbente umida per far sparire l'errore (a patto che il colore sia fresco). Le tinte disponibili sono tantissime!
Ho selezionato per voi alcune tazze decorate con il fai da te, trovate sul web. 


Trovata su Etsy, una trapezista un pò sbadata! 


Un'idea carina per distinguere le tazze di aldulti e piccini a colazione. Disegnate l'animale che preferite, e fate sporcare le mani anche ai vostri bambini. Disegnare su una base curva non è affatto difficile!


Queste tazze sono decorate con il tubetto. Come si nota i pallini sono perfettamente circolari, ma le linee hanno quell'effetto impreciso che io amo tanto.



Dulcis in fundo. Se avete tazze bianche o comunque a base monocromatica che non vi piacciono più non buttatele, ma concedete loro una seconda vita!




E voilà! La tazza è come nuova! Una vera chicca!

Mostratemi le vostre tazze d'autore!
Room whishlist n° 1: una camera da letto così

Room whishlist n° 1: una camera da letto così

venerdì 26 giugno 2015


Amo accostare stili diversi nella stessa stanza, purchè ci sia omogeneità nel risultato finale. In questa stanza ho mescolato lo stile country e vintage della cassettiera, lo specchio e la lampada, con uno stile nordico più leggero e fresco. Il filo conduttore è dettato dai colori e dall'elemento ricorrente del legno, che lega il comodino alla cassettiera ed alla Rocking Chair, unendo tra loro tutti gli elementi della camera.



Nordic cozy bedroom

La ricetta per creare un'accogliente camera da letto sui toni del rosa, giallo ed acquamarina.

Ingredienti:

Industrial ceiling light
€38 - bluesuntree.co.uk


Pink area rug
€53 - fursource.com


Patterned bedding
€125 - denydesigns.com



Royal albert tea cup
€44 - wayfair.com


Cultural intrigue
€21 - lunabazaar.com


Ferm LIVING wall art
€120 - luisaviaroma.com


Modern mirror
connox.com


Velvet accent pillow
€35 - conranshop.co.uk


Contemporary throw pillow
€28 - thehut.com


Throw pillow
€42 - multiyork.co.uk


Black ink pen
€16 - amazon.com


Drawer table
etsy.com


Dot Bo cream chair
€145 - dotandbo.com


Patina furniture
€640 - abchome.com








Thonet n°14, la semplicità è sempre di moda

Tra le sedie che preferisco c'è un'altro intramontabile classico, oltre alla Eames (di cui ho parlato qui). Un'altra sedia che segnato la storia dell'arredamento, insieme al suo celebre creatore. 


Si tratta della Thonet n.14. Prende il nome da Michael Thonet, ebanista prussiano che nel 1830, cambiò le regole della falegnameria mondiale. Egli scoprì che per realizzare una curva su un'asse di legno, non era più necessario accostare più pezzi con inclinazioni differenti per poi omogeneizzarli con la levigatura (tecnica allora utilizzata comunemente). Bastava dare una forma al legno bagnato, più malleabile, e sottoporlo ad una lenta asciugatura ad alte temperature. Thonet perfezionò per anni questo sistema, manifestatosi casualmente nel suo laboratorio. Iniziò a modellare il legno servendosi di vapore, fissando il tutto con un'asciugatura di due giorni in un forno specializzato.
La sua tecnica ebbe subito successo e fu brevettata. Thonet realizzò una serie di sedute con schienale ricurvo che suscitarono l'interesse del principe di Metternich, il quale lo promosse falegname della Real Casa. Michael si trasferì con la sua numerosa famiglia in una casa viennese con laboratorio annesso. Lui ed i suoi figli si prodigarono a produrre sempre più sedie, ma con numero di pezzi per sedia sempre minore. Dopo aver esposto le loro opere più e più volte, nacque una vera e propria fabbrica, in Moravia. Da questa fabbrica uscì la prima sedia di soli sei pezzi, pensata per il Cafè Daum.

Era la Thonet n°14. Due cerchi, due stecche e due archi. Legno di faggio e paglia di Vienna.Tutto qui!

Chair No. 14, disassembled, via Things Organized Neatly.

Costava pochissimo ed era in voga tra ricchi e poveri, artisti e artigiani. Sinuosa, leggera, semplice. Tutti la volevano, tutti potevano averla con solo tre fiorini! Una fama strepitosa, milioni di vendite.....ancora oggi!


Riprodotta e rivisitata, la n°14 resta una delle sedie più popolari al mondo. Oggi è esposta al MOMA ed al +Vitra Design Museum Germany.


Uno di quegli elementi che stanno bene in ogni contesto. 


Se ne avete una o più, raccontatemi dove l'avete collocata con una foto!










EMAIL SUBSCRIPTIONS

© ChiccaCasa • Theme by Maira G.