domenica 4 dicembre 2016

Natale in pastel colors

Dicembre è già qui! Ma come è potuto succedere?
Psicologicamente sono pronta, pronta ad affrontare gli ordini natalizi, a passare giorni di buio chiusa in casa ad uncinettare dopo aver spennellato per concludere i restyling degli ultimi giorni. 
Materialmente no, non sono pronta. Non sono pronti nè albero di Natale (ancora in mutande) nè la casetta, che negli ultimi giorni ha visto solo qualche ramo di pino in giro qua e là.
Dicembre però è un mese incoraggiante. Il freddo che si ferma sul ciglio della porta, le lucine che portano in tutte le strade e le vetrine un'aria di festa e le riviste che si riempiono di magia natalizia. 
Dovrebbe durare più a lungo, per permetterci di arrivare preparati al grande giorno, ma soprattutto per vivere più assiduamente la convivialità delle feste.
Avete già scelto la palette degli addobbi? Tirerete fuori gli scatoloni degli anni precedenti oppure cambierete stile?
Io scelto un mood tenerissimo che voglio mostrarvi. Protagomiste, le mie amate tinte pastello, che sono sì inusuali per le decorazioni natalizie, ma detengono il primato inconfutabile da "colori fiabeschi".
E le fiabe si sa, vanno d'accordo con il Natale. Onorano alla perfezione l'atmosfera calma e serena delle ricorrenze di dicembre e rallegrano l'ambiente con quel tocco "confettoso".
Se vi piace l'idea dateci dentro con il fai-da-te: sbizzarritevi creando ghirlande di nappe, pom pom da appendere all'albero, pigne dipinte "a immersione" e chi più ne ha più ne metta: tutto in pastel colors.







Pics sources 



venerdì 4 novembre 2016

3 DIY con la chalk paint per il weekend

Programmi per il weekend? Beh, annullateli. Non c'è niente di meglio di un progetto fai da te per staccare la spina. Perlopiù, iniziare la settimana sarà più semplice sapendo che un pezzo della vostra abitazione ha un aspetto tutto nuovo.
Ho selezionato da Pinterest tre DIY tra cui scegliere per rinnovare oggetti che ognuno di voi ha in casa. Protagonista, la chalk paint: la vernice a base gessosa che attacca miracolosamente su ogni tipo di supporto (anche il vetro!), dalla piacevole finitura ultra-matt. 



Proposta A: Per prima cosa, passate a casa della zia più anziana che avete. Avrà di certo una quantità industriale di quadri retrò come nature morte, paesaggi, ritratti con grandi cornici retrò. Fatevene regalare due o tre. Se non avete una vecchia zia, o lei non vuole regalarvene, troverete certamente quello che fa per voi in un mercatino dell'usato. Per questo DIY, il soggetto del quadro conta al 50%. Se avete la possibilità di scegliere, io vi consiglio di prendere dei ritratti. Accaparrati i quadri, avete bisogno di chalk paint. La trovate online in tantissime nuances accattivanti.
Rivestite di nastro di carta la parte del quadro - comprensiva di cornice - che volete lasciare a vista. Prestate particolare attenzione a quella che sarà la linea di stacco, in corrispondenza della quale il nastro dovrà essere posto in modo lineare e parallelo alla base della cornice.
Superata questa noiosa fase, date la prima mano di vernice al gesso. Lasciate asciugare per 12 ore (potete aiutarvi con l'aria fredda di un asciugacapelli per risparmiare tempo) ed applicate una seconda mano. Una volta asciutta anche questa mano, passate della cera d'api a pennello. Attendete 15 minuti e passate un panno morbido. La vostra opera d'arte  è pronta!



Proposta B: Tornate a casa della zia, avrà di certo una quantità di posate bastevole ad apparecchiare per un esercito. Chiedete in prestito un servizio retrò, di quelli con i ghirigori sull'impugnatura. Magari molti di voi, li hanno già nel cassetto, ma non le usano perchè sono "troppo vecchie". A me piacciono anche così, ma con un tocco di colore avranno un look tutto nuovo. Coprite di scotch (meglio se di carta) la parte della forchetta che sarà in contatto con il cibo. Date due mani di chalk paint e rifinite con un protettivo.
Potete mescolare diversi tipi di posate ed unirle in un solo servizio usando un colore come filo conduttore.


Proposta C: Per questo DIY potete sfruttare qualsiasi mobile con i piedini (quelli della zia, per restare in tema, sono perfetti). Dipingendo dal basso verso l'alto (o viceversa) solo una "fascia", il supporto acquisterà tutto un altro sapore. Anche in questo caso è necessario dello scotch di carta, ma basterà applicarne solo una riga netta, a delineare lo "stacco" della parte da colorare. Date due o più mani di chalk paint (attendendo, sempre, che ogni passata sia asciutta prima di darne una successiva) e proteggete la parte dipinta con una cera trasparente.



Ormai è da un po' che non mi concedo un restyling "tutto per me", ma è la cosa che amo di più fare, in assoluto. Non sento fatica e ne esco del tutto "nuova".
Provate anche voi e ditemi un po' se vi fa lo stesso effetto.